USA Version

Ecco i Mosaici Gesù Cristo Pantocratore Tecnica lavorazione bizantina Cefalú Vincenzo Greco

Il Gesù Cristo Pantocràtore (Χριστός Παντοκράτωρ; dal greco pas, pasa, pan [tutto] e kràtein [imperare con determinazione, perseveranza) è una rappresentazione di Cristo tipica dell'arte bizantina paleocristiana e anche medievale, soprattutto presente nei mosaici e affreschi absidali. Egli è ritratto in atteggiamento maestoso e severo, seduto su un trono come un Re, benedicente con le tre dita della mano destra, ancora in uso nella chiesa ortodossa. Le dita della mano sinistra formano una "X" con indice e medio e una specie di "C" con pollice, anulare e mignolo, illustrando le lettere iniziali e finali del nome "Cristo" in greco antico (Χριστός).

Scopri i video ed i mosaici Sacri esclusivi per te, progettati e realizzati con passione.

La migliore quantità dell'arte musiva in stile bizantino classico ortodosso.

Ecco 3 nuove opportunità da prendere al volo:
1  Progetto mosaici personalizzati ed esclusivi.
2 Sono Sempre cordiale e disponibile, rispondo sempre gentile al Telefono.
3 Consegno i mosaici GRATIS in tutta Italia in modo sicuro e veloce.


Chiunque legge CHIAMA SUBITO e scopri le ultime novità:

1 - Adopero un nuovo sistema di lavorazione del mosaico con spessore variabile e adattabile a ciò che cerchi.

2 - Uso tessere e micromosaico con colori Brillantissimi, vividi adatti per esterno e interno, un sistema di incollaggio con Garanzia certificata, qualità: "la più sicura che ci sia".

3 - Lavorazioni a mano dei tuoi progetti personalizzati con preziose sfumature di colore.

Realizzo mosaici, come in questo caso "Gesù Benedicente" con messaggi liturgici potenti come la tradizione cattolica ci insegna da molti secoli. "Attributi meravigliosi" per vivere le più belle emozioni sacre.

Qual è il mosaico, l'immagine, lo stile che preferisci?

Dopo aver letto questa pagina piena di vantaggi utili per Te:
1- Registra il mio numero +393477043345
2 - Scrivimi ora su WhatsApp
3 - Invia subito

Sono felice di leggere i tuoi messaggi e sono pronto ad accompagnarti, fin da subito, per realizzare un mosaico affascinante e solare, come rappresentato nel video.

Gesù Cristo Pantocratore è illustrato nei ricchi mosaici con tessere dorate che decorano le più belle chiese ortodosse, la Basilica di Santa Sofia a Costantinopoli ne è un esempio (successivamente trasformata in moschea dopo la conquista turca nel 1453 e dopo in museo per volere di Ataturk);  è anche un soggetto tipico delle icone ortodosse.

In Italia i mosaici di scuola bizantina con illustrazioni del Pantocratore nelle chiese del periodo arabo-normanne siciliane: nella Cattedrale peloritana - il Duomo di Messina, Chiesa della Martorana,nella meravigliosa cappella  Palatina di Palermo, nel duomo di Monreale, e nella cattedrale di Cefalù. Altri mosaici nelle chiese di Ravenna (chiesa di San Vitale) e nella Cattedrale di Pisa, il Duomo di Cremona, l'abbazia di Novalesa (Torino), la chiesa di Santa Maria foris portas a Castelseprio, il Duomo di Spoleto, la meravigliosa Basilica di San Marco (Venezia), la Basilica di Santa Maria Assunta (Torcello), il Battistero di San Giovanni (Firenze), in Sicilia nella Chiesa Rupestre del Crocifisso di Lentini.

Ad Alatri (FR), in un soffitto a volta di una angusta stanza all'interno del chiostro accanto alla Chiesa di San Francesco, è stato rinvenuto, nel 1990, un affresco murale, che illustra un Cristo Pantocratore dentro di un labirinto dal tracciato simile a quello che è sul pavimento della cattedrale di Chartres.

In Provincia dell'Aquila è presente un mosaico dell'abside dell'Abbazia di San Pietro ad Oratorium a Capestrano.

In Provincia di Caserta è presente nell'abside dell'Abbazia di Sant'Angelo in Formis a Sant'Angelo in Formis (Capua), nell'abside della Chiesa di San Rufo Martire (sec. XI) di Piedimonte di Casolla (Caserta). Ormai del tutto scomparso, era presente anche nell'abside dell'Abbazia di San Pietro ad Montes (sec. XI) di Piedimonte di Casolla (Caserta), chiesa per certi versi gemella a quella di Sant'Angelo in Formis.

Il Cristo nel 1400 era considerato il principio motore del cosmo, generato e non creato da Dio Padre, il significato per  comprendere la realtà e la risposta al mistero dell'esistenza. La volontà umana di ordine cosmico trova il suo esaudirsi in Gesù, il Logos incarnato, la ragione e la bellezza del cosmo. Gli sviluppi intellettuali e spirituali di questo espressione di Cristo Cosmico sono avvertite percepite ancora oggi. L'importante filosofo Alfred North Whitehead ha avanzato l'idea che la visione scientifica del mondo, ora così profondamente impressa nella coscienza occidentale, abbia le sue radici nella teologia dei Cristiani del V secolo.

https://www.youtube.com/channel/UCfOWwH8blACbU6Hsjgw8dBA?view_as=subscriber

Blog e news