USA Version

Scopri come modellare la creta argilla scultura moderna tutorial di Vincenzo Greco



www.vincenzogreco.com
1 Tutto ciò che occorre per la lavorare della creta
2 Metodi di lavorazione della creta
3 Plasmare l'argilla
4 Dal panetto di argilla fino al'opera d'arte
5 Essiccazione e preparazione alla cottura della creta
6 I materiali e le attrezzature plastiche
7 Argilla per la lavorazione


Dopo aver letto l'articolo CHIAMA SUBITO Sono sinceramente interessato a leggere le tue idee REGISTRA il mio numero E SCRIVI sul mio contatto: whatsapp +39 347 70 43 345.

La lavorazione della creta è un’arte che da grandi soddisfazioni, con un po’ di impegno si impara a modellare le forme e creare sculture in creta.
Lavorare l'argilla è una esperienza meravigliosa!
Come modellare l'argilla? Maneggiare la creta è meraviglioso perché, chiunque non resiste alla tentazione di prendere un po di argilla e giocare a fare forme anche astratte, come meglio ispira la fantasia e la manualità.

1 Cosa occorre per lavorare la l'argilla
strumenti

Gli attrezzi indispensabili sono le mani e per alcune lavorazioni come gli incavi, il tracciamento di linee, dritte o curve, o di fori, la lisciatura di zone particolari si usano spatole, attrezi ad occhiello e lisciato.

Metodi per lavorare la creta
La lavorazione dell’argilla in blocco si effettua sezionando il panetto perché si trovano sacche d’aria e impurità come briciole di pietre, paglia ecc. I panetti vanno tagliati, col filo, a fette spesse 2 cm.

Si taglia più volte a fette perpendicolari; si rimescolano le nuove fette, si sbatte di nuovo sul banco. Questa lavorazione, serve a rendere più morbida e soprattutto più omogenea la creta (questo sistema serve a mescolare fra loro argille diverse).

Il panetto così lavorato, deve essere avvolto con uno straccio umido ed inserito in una busta di plastica ben chiusa.
Modellare l' argilla a mano
Si inizia costruendo un supporto stabile da cui si erge un paletto di legno. Su questo si applica in più strati di carta per fare un volume necessario a creare il busto e la testa. Il paletto deve raggiungere, circa l’altezza del capo. Dal momento che l’argilla asciugandosi si ritira, esce facilmente.


Il materiale viene posto a strati incollati con poltiglia di argilla il volume si forma con i pezzi più o meno grandi al grezzo centrale (dentro deve essere vuota per evitare problemi di lesioni fase di cottura).
Seguendo il progetto iniziale, poi si può procedere anche con la fantasia aggiungendo argilla dove manca e togliendo dove è in eccesso (lavorare sempre con argilla umida).


Plasmare la creta
Per modellare la creta ci vuole tanta pazienza.
Diverse (a sella, a spirale, a testa di toro) sono le tecniche di manipolazione per i lavori con la creta, ma tutte sono dirette appunto ad allineare le molecole, aumentando plasticità e duttilità della creta rendendola docile alla mano e facilitandone la cottura dei lavori con la creta.

Dal panetto di argilla fino all'opera d'arte.

modello in creta.
Quando la nostra scultura ha raggiunto le misure volute, comincia il lavoro di rifinitura che inizia con una lisciatura manuale che incorpori bene nella massa le varie aggiunte che sono state fatte e prosegue con lavoro di sgorbia e stecca per evidenziare i vari particolari del volto. Occorre mano ferma e leggera.


Per fortuna la creta perdona facilmente gli sbagli cui si rimedia senza problemi re-impastando un po’ di materiale sulla parte mal riuscita.

La preparazione e la cottura della argilla

La creta, asciugandosi, si ritira ma il ritiro non è uniforme in quanto le parti esposte all’aria si asciugano prima di quelle interne e se lo spessore passa certi limiti il ritiro delle parti esterne crea vistose crepe. Per evitare il danno e facilitare la cottura, quindi, opere di questo tipo vanno svuotate. Si lascia “maturare” per un giorno la creta in uno straccio bagnato e poi si taglia via col filo una parte che abbia un contorno abbastanza uniforme da non dare problemi nel ricollocarla in sede. Questa ed il volto della statua si svuotano con un ferro ad anello fino a raggiungere uno spessore uniforme di un paio di centimetri.

Vedi qua sotto il link su facebook

https://www.facebook.com/VincenzoGrecoArtista/videos/251677102639882/


Le due parti si riuniscono incollandole con creta semiliquida. Dopo qualche giorno l’opera è pronta per la cottura, se hai un forno a 1200 gradi fai la precottura, oppure rivolgiti ad una fornace specializzata.

 

Come Creare una Scultura
Scultura per Addizione e Scultura per Sottrazione.
Esistono diversi tipi di metodi e si possono individuare due categorie principali: sculture per addizione, la cui forma viene creata aggiungendo materiale (creta, argilla), e sculture per sottrazione, in cui la forma viene creata sottraendo materiale da una forma iniziale
Scultura per Addizione
1
È importante fare sempre un disegno della scultura che intendi creare. Non deve essere un capolavoro, ma uno schizzo realizzato allo scopo di farti un'idea di come appariranno le forme e dove andranno i materiali. Fai degli schizzi di come apparirà la scultura da diverse angolazioni. Prendi anche in considerazione l'idea di realizzare dei disegni più dettagliati per le parti più dettagliate.
2
Crea il piedistallo. Se la scultura prevede un piedistallo in legno o metallo, è meglio iniziare da quest'ultimo e poi realizzare la scultura su di esso. Aggiungere il piedistallo alla fine rende la struttura meno solida. Il piedistallo può essere realizzato in legno, metallo e carta per i volumi.
3
Costruisci l'armatura. "Armatura" è un termine usato dagli scultori per indicare la struttura di supporto della scultura, che ne costituisce l'ossatura. Serve anche a evitare che i pezzi della scultura si stacchino. Anche se non ogni singola parte dalla scultura ne ha necessariamente bisogno, è sicuramente importante per parti come braccia o gambe che si trovano distanti dal corpo e che si potrebbero rompere facilmente.
L'armatura può essere realizzata in fil di ferro più o meno spesso, tubi idraulici, tubi in plastica, legname, rametti, spinette di legno o ogni altro materiale che svolga la funzione desiderata.
In generale, inizia dalla "spina dorsale" della scultura e crea delle diramazioni per gli "arti". Il disegno precedentemente realizzato ti sarà utile in questa fase, specialmente se è stato prodotto in scala.
Ancora l'armatura sul piedistallo prima di continuare.
4
Riempi la forma principale. A seconda del materiale che userai per la scultura, potrebbe essere il caso di realizzare uno strato sottostante di un materiale differente. È pratica comune, in particolare, quando si utilizzano creta.
Materiali di uso comune per questa funzione sono carta di giornale, carta stagnola o di alluminio, nastro adesivo di carta e cartone.
Riempi liberamente l'armatura con il materiale scelto, fermandolo con del nastro adesivo e seguendo le forme principali della scultura. Non esagerare con il materiale riempitivo, e lascia sufficiente spazio per poi modellare la scultura con il materiale principale.
5
Parti dalle forme più grosse e muoviti verso quelle più piccole. Inizia aggiungendo il materiale scelto per la scultura, partendo dalle parti più voluminose (i "gruppi muscolari" principali) e poi continua con quelle meno voluminose (i "gruppi muscolari" minori). Procedi dai dettagli principali verso quelli più minuti.
6
Aggiungi i dettagli. Una volta che la forma principale ti sembra completata, inizia a miscelare il materiale, scolpire e realizzare i dettagli più minuti come capelli, occhi, contorni e curve dei muscoli, dita delle mani e dei piedi, ecc. Continua a aggiungere dettagli fino a quando la scultura non ti sembra conclusa.
7
Aggiungi i dettagli sulla superficie. Il passaggio finale per il completamento della scultura è l'aggiunta dei dettagli superficiali (se lo desideri o se è necessario). Questo passaggio è importante per dare alla tua scultura un aspetto naturale e realistico, ma può non essere necessario, a seconda del tuo stile personale. Puoi utilizzare degli utensili da scultore, o anche creare tu stesso degli utensili partendo da ciò che hai a disposizione in casa.
Se usi gli utensili giusti, tieni presente che per creare dettagli più minuti la punta dovrà essere più piccola. Gli utensili con occhielli metallici alle estremità servono a eliminare creta o argilla in eccesso.
Puoi creare alcuni utensili usando delle palle di carta stagnola, spazzolini da denti, stuzzicadenti, palline, pettini, aghi da cucito, coltelli, ecc.
8
Cuoci la scultura. Dovrai cuocere la scultura in forno o farla asciugare, a seconda del materiale usato. argilla o porcellana caolino bianco. Segui le istruzioni fornite insieme al materiale stesso.
9
Dipingi la scultura. Se vuoi dipingere o colorare la scultura, fallo dopo la fase di cottura/asciugatura. Potresti dover usare della vernice terzo fuoco speciale, a seconda del materiale impiegato. Creta o argilla, oppure, possono essere dipinte a freddo in secondo tempo con lo smalto.

Blog e news