Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa

Italian Arabic Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) English French German Greek Japanese Portuguese Russian Spanish

Come ho progettato un Mosaico dedicato ad una bambina che è volata in cielo - La porta del paradiso.


Salve ti racconto in breve come ho progettato e successivamente realizzato un mosaico per una bambina volata in cielo.

Un pò tempo fa, mi ha telefonato una nonna, una donna speciale, che conteneva in sé un grande dolore e tante domande. La sua famiglia ha perso un fiore, una splendida bimba. Questa nonna condivideva con la nipotina tutto, dai giochi alla vita.

Perché questa nonna e venuta a cercare proprio me?

Perché una sua amica gli ha consigliato me?

Poiché sono un ritrattista, riesco a conferire vita ad un volto ritratto, anche con la difficile arte del mosaico.

La richiesta è semplicemente, aiutarla a capire come immaginare una bimba che vola in paradiso.

Che cos’è il paradiso?
Dove si trova?

Le conversazioni che più mi hanno commosso e fatto riflettere sono state: comprendere l’immenso amore di questa nonna in egual misura a quello della mamma.
La nonna mi ripeteva spesso tra lacrime e dolore presto anche io andrò in paradiso a trovarla e saremo di nuovo insieme.

Vi assicuro che non è stato facile realizzare quest’opera, tra le lacrime di una nonna e l’immenso dolore di una mamma; altro che tecniche artistiche o accademiche. In questo caso l'unico modo di comprensione è il cuore:
empatia, comprensione dell’anima addolorata.
Porsi nella situazione di un'altra persona, almeno in alcuni tratti, è stato necessario per creare  un  legame unico con la committenza e progettare il mosaico: "La porta del Paradiso".
Il segreto della comprensione della sofferenza è stato un umile e profondo ascolto, un silenzio creativo che ha generato un immagine dorata e celestiale, una figura che tratta la sostanza della vita eterna.
L’esperta di paradiso, di anima, in fondo è stata proprio la nonna, che mi ha ispirato e rafforzato l’interesse, la bellezza e la capacità di creare una splendida
"opera d'arte".

Luce vibrante

Là dove si cela il buio e la sofferenza, germoglia la speranza della vita … “Luce vibrante”.

La perla iridescente, miracolo della Natura, dalle attraenti sfumature arcobaleno

filtrata dalla carne ferita genera petalo dopo petalo un manto

unico nell’ aspetto, nel colore e nella lucentezza.

La bellezza è luce!

Il destino è gioia e dolore!”